mercoledì 4 maggio 2011

Lezione e dimostrazione delle biomeccaniche WEAC aperta a tutti

Invito chi avesse la possibilità di partecipare ad andare a conoscere il Maestro Riccardo Vacirca, fondatore della WEAC, perché non ne rimarrebbe certamente deluso. La lezione verterà sulla parte più interessante della maestrìa di SiFu Riccardo, quindi non perdetevi l'occasione. Un saluto a SiFu ed a tutti i praticanti della WEAC!
---
 
Mercoledì 11 Maggio, all'università di Tor Vergata (Roma), dalle ore 11:00 alle 13:00 nel Campus facoltà di Medicina e Chirurgia, tratterò la bontà e il rendimento raggiunto, ad oggi, dalle Biomeccaniche WEAC, in grado di sconfiggere praticamente qualsiasi altra applicazione di forza usata nelle altre AM.

Particolare Biomeccanica che ritengo utile per una reale efficacia del Wing Chun e, soprattutto, fondamentale per tutte quelle persone che non possiedono una fisicità e atleticità rilevante.

Metodo unico nella sua pragmaticità ed efficacia nell'individuare le carenze e permettere un recupero motorio.  E, attenzione, non mi riferisco alle tecniche o ai programmi avanzati. Ma un metodo per addestrare il corpo, percepirlo e controllarlo affinché si possano liberare tutti i blocchi posturali, e permettere lo sviluppo massimale di intere catene cinetiche, per interpretare e rendere più efficienti le forme, le tecniche e le sequenze apprese.

Aumentando rendimento e potenzialità, permettendo ad ognuno di aumentare la propria espressione di forza (energia prodotta), dando ad ogni movimento e tecnica un’efficacia, altrimenti difficilmente raggiungibile, se non da quei pochi, in possesso di una fisicità e un rendimento atletico sopra la media, per i quali potrebbe anche non essere necessario uno studio troppo approfondito e curato dell’arte marziale per dimostrare la loro efficacia.

È ormai chiaro a tutti e quindi auspicabile, che molte metodologie d’allenamento-apprendimento giunte a noi insieme allo stile praticato, ritenute quindi tradizionali, e mantenute perciò con rigore dogmatico, possano essere rivisitate e rilette sulla base dei progressi e conoscenze raggiunte dalla biologia, dalla fisiologia e dalle scienze umane, e far chiarezza fra le tante teorizzazioni e gli eclettismi che caratterizzano le metodologie di alcune scuole di arti marziali.

Sono convinto che l’esperienza acquisita e la solida preparazione, possa aiutare a districarsi dall’intricata matassa degli pseudo-problemi dell’allenamento (apprendimento), e dalle controversie fra scuole di pensiero presenti nel campo delle arti marziali.


Riccardo Vacirca

1 commento:

Coach Silver ha detto...

Dalle premesse sembra un opportunità da non mancare per coloro che sono nei dintorni.Molto viene dato come prodotto finale,quindi un pò di sana scetticità me la riservo,ma penso sia l'opinione di chiunque non abbia conosciuto di persona il Maestro Vacirca.C'è bisogno di ricerche di questo tipo per migliorare gli standard tecnici del wing chun. Non resta quindi augurarsi che l'evento vada a buon fine e si possa leggere di persone soddisfatte dall'esperienza.
Buon lavoro.