martedì 7 luglio 2009

Il Mito dell'Uomo di Legno - Consigli per i non acquisti

Oggi vorrei dedicare un post ai cosiddetti consigli per i non acqusti, ovvero per far dire la mia su un video uscito da poco con il marchio di Budo International, dal titolo davvero accattivante: Il Mito dell'Uomo di Legno (originale: The Myth of the Wooden Dummy). Partiamo dal prezzo: 44€ (escluse le spese di spedizione). Durata: 42 minuti, compresi innumerevoli passaggi alla moviola, la sigla iniziale e la presentazione dei Maestri, alla fine. In merito al tempo, svelo subito l'arcano...al lavoro con l'Uomo di Legno, in tutto il dvd, sono riservati poco più di 18 minuti. Di questi, 8 sono dedicati alla forma...

Il video nasce in seno alla EWTO, l'organizzazione europea del Maestro Keith Ronald Kernspecht, che fa capo alla IWTO, l'organizzazione mondiale del Maestro Leung Ting. Ora, sebbene la pubblicità del video mostri sempre in prima fila lo stesso Kernspecht, vi dico subito che lo potrete ammirare solo per poco più di 5 minuti in tutta la durata del video. Anche se la sua partecipazione è un evento in sé (che io sappia, è il suo primo video in assoluto), non mi piace il fatto che sia stato pubblicizzato un dvd dove all'interno non c'è quello che ci si sarebbe aspettati dalla presentazione. Ha battuto lo stesso Leung Ting, che in precedenti video (come in Authentic Wing Tsun) compare per più di 20 minuti!

Nel video potete vedere Sifu Giuseppe Schembri che esegue i primi quattro set dell'Uomo di Legno (ovviamente nella versione del Maestro Leung Ting), con tempestivi replay al rallentatore, senza alcun commento audio o sottotitolato. Niente. Non ci sono spiegazioni tecniche, né posturali, né didattiche. 8 minuti di forma, così come potete trovarla un po' dappertutto...

Avevo letto su un numero della rivista Budo (della casa di produzione Budo International) che nel video sarebbero state spiegate due sezioni di Chi Sao dell'Uomo di Legno, così come vengono insegnate in EWTO. Eppure, dopo averlo visto tutto, non mi è parso di vedere niente di simile, se non un pezzetto della prima sezione nelle due varianti EWTO e IWTO...sì sì, ci sono varianti!) eseguito da Sifu Oliver Koenig e da Sifu Victor Gutierrez, prima, e da Sifu Giuseppe Schembri e da Sifu Andreas Gross (se non erro), poi. A parte l'apertura, niente di niente. Ovviamente, niente di niente sulle altre sezioni...

Inquietante l'aver inserito tra le applicazioni dell'Uomo di Legno il tanto odiato pugno-passo matrice EWTO...alla faccia della forma avanzata! Allo stesso modo è stato davvero indisponente trovare di nuovo alcuni programmi di difesa personale (vedi la più europea "Blitzdefence"). Grazie al cielo, però, si vede il sempre energico e potente Sifu Gutierrez che dimostra alcune applicazioni della prima sezione di Chi Sao dell'Uomo di Legno.

Un'altra cosa che davvero non sono riuscito a capire (sarà un mio limite) è la presenza di numerose tecniche al suolo dimostrate da Sifu Gutierrez: ma che c'entrano con l'Uomo di Legno?! Lo stesso Sifu Gutierrez presenta anche le sue ottime qualità di combattente in alcune sequenze abbastanza libere, dove dà sfogo alle sue capacità.

Sul finire del dvd, finalmente, come fosse un premio per lo spettatore pagante, c'è il Maestro Kernspecht, che dimostra le sue capacità contro tutti i Maestri precedentemente nominati, i quali, di fronte a lui, diventano agnellini e le prendono sempre...tutti, tranne uno...Sifu Koenig, ad un certo punto, lancia un Fak Sau direttamente verso il viso di Sifu Kernspecht, ma, prima di colpirlo, rallenta, in modo tale da lasciargli il tempo di difendersi. Nonostante il piacere di vedere in azione il Maestro Kernspecht, non ho notato niente che fosse assimilabile al lavoro di Chi Sao dell'Uomo di Legno...

In tutto il video non si vede uno straccio di utilizzo del corpo e dell'energia, a parte il Maestro Kernspecht. Non si trova alcuna spiegazione tecnica che non sia un pezzo di sequenza. Le persone che partecipano sembrano tutte ingessate, a parte il Maestro Kernspecht... Insomma, a me proprio non è piaciuto!

Vi lascio al trailer...


9 commenti:

gr ha detto...

e te credo..hai idea del prezzo previsto per le sezioni di chi sao del dummy? lo sai vero che in italia soltanto 4 o forse 5 persone conoscono le applicazioni di tale sezioni? la forma senza spiegazioni è praticamente inutile,rischi solo di farti male e di storpiare per sempre la forma (una volta che la impari sbagliata avoglia poi a lavorare per recuperare)..per il resto che te devo di..il lupo perde il pelo ma non il vizio..ma questo lo sappiamo già..buon lavoro

Riccardo Di Vito ha detto...

Vedo che stai diventando un sostenitore del blog... :-) ...spero di vederti tra i sostenitori ufficiali, sulla sinistra dello schermo, prima o poi... :-)

Effettivamente risulta anche a me che il cosiddetto sistema del Wing Chun di matrice Leung Ting sia stato totalmente appreso da 8 persone (almeno mi pare).

Eh eh eh...sui costi, che dirti? Prima o poi arriverà il Robin Hood del Wing Chun, stai tranquillo ed allora sulle palestre sarà scritto:

OMNIA SUNT COMMUNIA

gr ha detto...

ma sai,il robin hood è un po difficile,ti assicuro che però alcune persone hanno abbattuto un po i cosi pur mantenendo un'altissima qualità..e questo già è tanto,poi sta a noi allenarci,sudare e faticare..poi i risultati ci saranno..in quanto al video in questione è impossibile guardarlo e restare seri..ciao riccà

Riccardo Di Vito ha detto...

Alcune persone, dici. Ecco, sono ancora poche, perché non se ne sente parlare da alcuna parte...

gr ha detto...

ma ci stanno,fidati..e guarda caso sono proprio quelle persone di cui in genere si sente palar male in quel mondo di fanfaroni,chiacchieroni e cacasotto che è il mondo del wt nostrano..però poi al momento dei fatti ciò che paga è la serietà e la credibilità e soprattutto la gratitudine degli allievi..per quanto mi riguarda ho trovato,seppur tra mille critiche,la mia strada con il mio sifu..

Anonimo ha detto...

con l'avvento di internet le informazioni si hanno in tempo reale q uindi si conosce chi è e chi non è....per i prezzi ci sono federazioni veramente a buon mercato in confronto alla wtoi e migliori istruttori anche se poi siamo usciti quasi tutti di li. Comunque basta cercare in giro e non fermarsi al primo incontro ciao a tutti

Riccardo Di Vito ha detto...

Caro Anonimo, grazie d'essere intervenuto. L'unica richiesta che ti faccio è di firmarti la prossima volta, anche con un nick di fantasia, ma per capire con chi sto parlando.

Sicuramente internet ci ha aiutato a venire fuori dal regno dell'ignoranza, su questo non ci piove.

Il problema, poi, non è quello della federazione a buon mercato, ma quello della qualità rispetto al prezzo.

Anonimo ha detto...

ciao a tutti e ciao riccardo...sono damiano ci siamo conosciuti su fb...a riguardo del dvd in questione non mi meraviglio affatto dei commenti negativi che sono piovuti contro...in tutta sincerità io non l'ho visto e non mi interessa approfondire..comunque sono convinto che questa federazione (io sono un ex)continua a proporre un wt che non ha più niente da dire, non da un punto di vista tecnico ma da un punto di vista di falsa tecnica. In poche parole, quelle poche persone che conoscono l'intero sistema e che sono rimaste all'interno della iwto, non hanno l'interesse di diffondere qualle che sono le verità del wt. Così facendo possono preservare la loro incolumità..perchè secondo me è di questo che si tratta: le persone soffrono, si allenano e si spaccano il ...o. Loro vivono di rendita. E' bene che gli allievi o chi guarda certi video continuino a sbagliare. E' per il loro interesse. Le critiche? Non fregano a nessuno. Hanno sempre la risposta pronta. Comunque sia, essendo una federazione chiusa, dove all'interno della quale vige la presunzione, l'inganno e la "sottomissione" (ve bene il rispetto ma non il clima di terrore)da dove possono arrivare certe domande particolari,dubbi o critiche se non dall'esterno dell'organizzazione stessa? Vi assicuro che, chi è stato in questa organizzazione può capire ciò che dico. Forse avrò conosciuto un ambiente austero per il fatto che per 10 anni ho frequentato ed insegnato all'interno della "vecchia" Accademia di wt di Livorno, ma sono convinto, avendo fatto anche "qualche" stages, che certi personaggi venivano da tutta europa. E' proprio il loro modo di amministrarsi e sopravvivere. Queste mie osservazioni non vogliono denigrare la wtoi ma semplicemente condividere ciò che già è stato detto: il lupo perde il pelo ma non il vizio. Nel qual caso mi assumo tutte le responsabilità del caso e come dico sempre a disposizione di tutti. Ciao a tutti e continuate a sudare.....sarete premiati.DAMIANO for EBMAS

Riccardo Di Vito ha detto...

Caro Damiano,
grazie davvero tanto per aver condiviso con tutti noi questo accorato intervento.
Ti abbraccio e spero di incontrarti presto!